Spazi gioco e attività per tutti: il Circolo Vega a Genova cresce ancora

Lucia Compagnino,
Il Secolo XIX Genova

La crescita di una comunità sana passa attraverso lo scambio, che arricchisce tutti. È questo il principio su cui si basa l’attività del Circolo Vega in Salita Famagosta 3 rosso (dietro via Balbi) e del suo Vegalù, lo spazio gioco gratuito dedicato ai bambini da 0 a 8 anni che è aperto tutti i sabati dalle 15 alle 18.30, da ottobre a maggio. «Ci troviamo a metà strada fra Prè e Castelletto, fra i quartieri del disagio e quelli del massimo benessere», spiega la direttrice Emanuela Sciutto, pedagogista. La sede, una porzione dell’antico convento delle suore di Santa Brigida, nel passato ha ospitato il Teatro dell’Archivolto e lo spettacolo di un giovanissimo Benigni, oltre che la prima palestra di ju jitsu in Italia.

«Il Circolo Vega è nato negli anni Ottanta, voluto da una ventina di famiglie del territorio che volevano creare opportunità di aggregazione e di svago – prosegue – ed è molto cresciuta nel tempo. Organizza attività per tutta la famiglia ma ha una particolare attenzione per i bambini. Si mette a disposizione delle persone e cerca di soddisfarne i bisogni».

La sede è aperta tutti i giorni dalle 9 alle 19, l’associazione ha circa 300 soci e 30 volontari attivi. L’anno scorso ha seguito 800 famiglie. Per gli adulti organizza corsi di yoga e di ballo, cene, feste, pulizie del quartiere e molto altro. «Il Vegalù è nato nel 1996, ha una sessantina di famiglie iscritte ed è diviso in spazi dedicati alle diverse fasce d’età. La fascia elettiva è 0-6 anni, con un prolungamento fino agli 8 anni. Organizziamo laboratori creativi, letture animate, teatro, musica e tante attività di gioco».

Prima della pandemia il Vegalù era aperto a tutti, ora è a numero chiuso, serve la prenotazione scrivendo a vegalu@circolovega.it. «Da quest’anno abbiamo fatto un bel salto di qualità — dice Sciutto — perché lo spazio è stato adottato dalla Fondazione Specchio d’Italia, che aveva saputo del nostro progetto di educazione stradale “Pronti… Via!” che portiamo nelle scuole e negli spazi pubblici e ci ha voluto conoscere e sostenere. Abbiamo quindi, accanto ai volontari che si prendono cura dei piccoli divisi in gruppetti, anche almeno un educatore».

Fra i tanti altri progetti del Circolo Vega: il centro di aggregazione per ragazzi dagli 11 ai 18 anni, con attività di doposcuola ma anche cinema, musei, teatro e gite, convenzionato con il Comune di Genova, che è aperto tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19. E gli incontri nelle scuole di ascolto ed elaborazione del conflitto “Confliggendo si impara”, «perché una persona allenata a conoscere e distinguere le proprie emozioni saprà gestirle ed entrare in empatia con gli altri», conclude.

 

“Forza Bimbi!”, una carezza ai bimbi del centro e di Fegino a Genova

La Repubblica, 01/10/2021

Specchio d’Italia ha una lunga esperienza di doposcuola e aiuto compiti in molte città italiane.

È stato così naturale, un anno fa, sviluppare anche a Genova una formula collaudata: quella di offrire gratuitamente un supporto scolastico ai bambini di quelle famiglie, che per ragioni economiche, non possono accedere ad altri servizi a pagamento. Specchio ha così scelto un partner sul territorio, la Fondazione CEIS, ed insieme abbiamo individuato l’area di Fegino per le nostre attività.

Passare dal dire al fare è stato semplice e rapido, anche grazie al contributo delle associazioni del territorio, che sono state più volte incontrate per uno scambio di opinioni e di suggerimenti. L’attività è stata avviata nella casetta dell’ANPI, che è stata arredata secondo le esigenze della didattica. Subito dopo sono diventati operativi anche i locali della Parrocchia Sant’Ambrogio di Fegino, permettendo così una più funzionale divisione fra allievi della scuola primaria e quelli della secondaria di primo grado. L’assistenza ai ragazzi è stata attuata per tutto lo scorso anno scolastico ed anche in estate, attraverso un programma ludico-didattico. Con la riapertura delle scuole sono stati riavviati i doposcuola e gli aiuto compiti (tre pomeriggi la settimana), scegliendo come obiettivo del prossimo periodo una più forte interazione con l’attività delle scuole, i cui dirigenti scolastici hanno mostrato ampia disponibilità.

Contestualmente, sempre a Genova, Specchio d’Italia ha avviato un programma di sostegno alle esigenze dei bambini più piccoli residenti del centro storico ed appartenenti a famiglie in difficoltà con un laboratorio ludico che viene realizzato ogni sabato. Nello spazio del Circolo Vega sono coinvolti i bimbi e i loro genitori favorendone integrazione, scambio e mutualità attraverso attività ludico-motorie, laboratori creativi, espressivi, manipolativi e trasformativi.

Forza Bimbi!” è l’iniziativa promossa da Specchio non solo a Genova, ma anche a Bari, Milano, Roma e Sant’Arcangelo, un piccolo comune della Basilicata. Essere al fianco dei bambini significa offrirgli l’opportunità di crescere, formarsi ed entrare nel mondo lavorativo al pari di chi, più fortunato, può farlo con più facilità.

Tutti possono sostenere i numerosi progetti di Specchio d’Italia!