Home News Nonna Maria: una storia di speranza a Bastogi.
28 Novembre 2023

Nonna Maria: una storia di speranza a Bastogi.

Giancarlo Zattoni

“Nella mia vita ho sempre svolto lavori pesanti. Ora la mia povera schiena non ce la fa più. Avrei dovuto operarmi alla colonna vertebrale per applicare le placche, ma il dottore me lo ha sconsigliato a causa di un infarto. Ora mi muovo a fatica con le stampelle tra continui dolori.”

Nonna Maria ha 85 anni. Abita da 30 anni nel difficile quartiere romano di Bastogi, in perenne emergenza abitativa e dove il disagio sociale si tocca con mano. Un’abitazione di edilizia popolare affidatale dal Comune, in un’area residenziale resa solo celebre dal film Come un gatto in tangenziale. Soffre ancora di continui attacchi di panico per la perdita del marito Nicola, deceduto nel 2015 dopo essersi fatti compagnia per quasi 50 anni.

DONA ORA

Maria vive di pensione sociale e del concreto aiuto che, anche quest’anno, riceverà grazie all’iniziativa “Buon Natale Nonni!” della Fondazione Specchio d’Italia. Come lei, in tutta Italia sono oltre 250 le persone assistite. A Natale Specchio d’Italia offre un aiuto diretto di 300 euro che la maggior parte dei “nonni” utilizzano per pagare le alte bollette invernali. 

La Fondazione è vicina a Nonna Maria, durante tutto l’anno: riceve 2 spese al mese, il ritiro di un farmaco, le pulizie, una parola buona grazie ai volontari di Specchio e aiuti in casi di particolare bisogno. 

“Sono degli angeli. Chi mi segue ha sempre tante attenzioni per me, mi fa compagnia e mi rincuora perché soffro la solitudine più di ogni altra cosa. Ho sempre bisogno di dialogare con qualcuno. Grazie a Specchio d’Italia anche questo Natale mi sentirò meno sola.”

DONA ORA

Maria continua il racconto della sua difficile vita: “Nasco trovatella ad Avellino. Adottata da una famiglia, ho studiato fino alla terza elementare. Eravamo tanto poveri. Un giorno si studiava e l’altro si lavorava nei campi. Nel 1959 mi innamoro perdutamente di un uomo e con lui fuggo a Roma: lui mi lascia e mi ritrovo sola. Conosco un bravo giovane e dalla nostra unione nascono tre figli. Dopo pochi anni, lui muore di un incidente e la vita si tinge di nero. Per sopravvivere lavoro come donna di pulizia e di fatica. I rimpianti mettono in crisi le scelte fatte. Quei figli non li ho seguiti come avrei voluto. Non potevo tenerli a casa: hanno sofferto tanto in collegio. Ero ormai senza speranza quando incontrai Nicola. Ci amammo subito e ancora lo vivo.”

Maria e Nicola prendono casa nel quartiere di Centocelle.  “Facevamo gli ambulanti. Vendevamo di tutto un po’ a seconda della stagione. Era una vita dura e di stenti. Lavoravo come un mulo. Ora che il mio Nicola non c’è più, mi segue per quanto può il nostro unico figlio.  Con gli altri figli viviamo rapporti improntati su differenti sensazioni ed esperienze. Sono nel mio cuore. Li aspetto sempre.”

La storia di vita di Maria è solo una delle oltre 250 che la Fondazione aiuta grazie al supporto dei lettori e della comunità che ogni dona per il progetto “Buon Natale Nonni”.

Più fondi raccogliamo, più nonni abbracciamo.

Come donare per gli anziani di “Buon Natale Nonni!”

Si può versare qui con carta di credito e Paypal. Oppure si può versare con un bonifico bancario sul conto corrente intestato a Fondazione Specchio d’Italia ETS codice Iban IT82 F030 6909 6061 0000 0176 056 oppure con bollettino postale sul conto corrente postale numero 1051722237 intestato a Fondazione Specchio d’Italia, via Brentano 2, 20121, Milano.

Causale: “Buon Natale Nonni!”

Tutti i versamenti, eccetto quelli in contanti, sono fiscalmente deducibili.

Dona Buon Natale Nonni!
Ogni giorno siamo accanto a chi soffre, in Italia e nel mondo. Trasformiamo la tua donazione in aiuti concreti e immediati.

30
50
100

Scopri tutte le modalità di donazione

Visita la nostra Pagina Facebook

Iscriviti alla newsletter
Resta aggiornato sulle iniziative proposte dalla nostra fondazione