Home News Ucraina, domani aperitivo solidale a Roma con il Rotaract
4 Marzo 2022

Ucraina, domani aperitivo solidale a Roma con il Rotaract

Lucia Caretti

La prima “inviata podcast” al fronte. Il più limpido talento emergente del giornalismo italiano. Un fenomeno social da 100 mila follower, che ogni sera racconta la guerra in Ucraina ad altrettanti ascoltatori. Cecilia Sala, romana, 27 anni, è la prova che «esistono nuove forme di giornalismo, capaci di parlare a tutti e capaci di farsi ascoltare anche dalle generazioni che hanno perso l’abitudine di comprare i quotidiani». Parola di Mario Calabresi.

Domani, sabato 5 marzo, Cecilia è stata invitata all’aperitivo benefico organizzato dal Rotaract Club LGC per sostenere la raccolta fondi di Specchio d’Italia a favore dei profughi ucraini. L’appuntamento è alle 19,30 alle Officine BeaT, in via degli Equi 29 a Roma (consumazione 15 euro). La reporter cercherà di partecipare in video-collegamento, compatibilmente con la difficilissima situazione in cui si trova. A condurre la serata ci sarà il giornalista Lorenzo Santucci. Il dibattito, dedicato al conflitto in corso in Europa, si potrà ascoltare anche in diretta su Instagram.

VAI ALLA DIRETTA 

Firma de Il Foglio, e autrice di Stories, podcast gratuito che ogni giorno propone una storia dal mondo, dal 24 febbraio Cecilia sta documentando il dramma degli ucraini, raccogliendo interviste, rumori e voci. Il suo racconto – spiega l’ex direttore di Repubblica Calabresi – «è comprensibile a tutti, perché ha la voglia, la curiosità e il piacere di spiegare le cose, senza dare nulla per scontato. Senza allarmismi, iperboli, drammatizzazioni, ma con la potenza dell’immersione della vita quotidiana della gente».

Lorenzo Santucci, classe 1995, romano, scrive da anni per Rivista Contrasti e ha collaborato con HuffPost Italia, Formiche.net e Le Grand Continent. Si occupa di Esteri e tecnologia.

Come useremo i fondi raccolti

Abbiamo attivato un servizio di navetta verso il confine fra Polonia e Ucraina. I mezzi partono dalla nostra sede di Torino carichi di aiuti umanitari e rientrano accompagnando nel nostro Paese i profughi in fuga dalla guerra. Stiamo inoltre offrendo aiuti economici immediati alle famiglie più fragili già arrivate in Italia. Ecco come  donare per i profughi dell’Ucraina. 

DONA ORA

Dona Per la gente dell'Ucraina
Ogni giorno siamo accanto a chi soffre, in Italia e nel mondo. Trasformiamo la tua donazione in aiuti concreti e immediati.

30
50
100

Scopri tutte le modalità di donazione

Visita la nostra Pagina Facebook

Iscriviti alla newsletter
Resta aggiornato sulle iniziative proposte dalla nostra fondazione