Dove donare aiuti per l’Ucraina: i nostri centri di raccolta a Bari

Angelo Conti

Ogni giorno un mezzo di Specchio d’Italia parte per l’Ucraina ed i suoi confini con Polonia e Romania, per portare gli aiuti umanitari raccolti nel nostro Paese ai profughi della guerra. Lassù migliaia e migliaia di famiglie hanno bisogno di conforto e di aiuto. Fra loro c’è chi vuole partire, ma ci sono anche tanti che chiedono di restare, per rientrare appena possibile nelle loro case. Per questo stiamo costruendo un villaggio a Cernivci, in Ucraina, dove daremo assistenza a 1000 persone ogni giorno. Per rifornire il villaggio, stiamo raccogliendo beni di prima necessità in tutta Italia. Anche a Bari. 

 Cosa raccogliamo per l’Ucraina

  • Farmaci, materiale sanitario e kit di primo soccorso
  • Cibo a lunga conservazione (verdure e carne in scatola, tonno,  pasta, riso, pelati, biscotti,…)
  • Alimenti e materiale per l’infanzia (latte in polvere, omogeneizzati, pannolini,…)
  • Coperte e cuscini in buono stato
  • Stoviglie usa e getta, sacchi della spazzatura
  • Prodotti per l’igiene personale (dentifricio, bagnoschiuma, spazzolini, assorbenti, …)

Non servono invece vestiti

Centri di raccolta di Specchio a Bari

Ecco indirizzi e orari dei nostri punti raccolta dove si possono consegnare gli aiuti:

  • Centro Mongolfiera in Piazza della Pace, Japigia, Casina sul tetto lato via Toscanini. Il lunedì dalle 17 alle 19; il martedì e il giovedì dalle 10 alle 12.
  • Associazione Eden, Viale Japigia 135, dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18.

Come donare per i profughi dell’Ucraina

Si può donare cliccando qui con carta di credito o Paypal. Oppure si può versare con un bonifico bancario sul conto corrente intestato a Fondazione Specchio d’Italia ONLUS, codice Iban IT82 F030 6909 6061 0000 0176 056, Banca Intesasanpaolo. Nella causale indicare “Per la gente dell’Ucraina”.

Dona ora

Bari, a Japigia il mercatino di Natale per sostenere il quartiere

Gennaro Totorizzo, 
La Repubblica, 21/12/21

Un appuntamento natalizio che aiuterà a finanziare le attività solidali in programma tutto l’anno. Domenica 19 dicembre nella casina della piazza della Pace, sul lato di via Toscanini, al centro commerciale Mongolfiera di Japigia a Bari, l’associazione Eden ha organizzato un mercatino e il ricavato servirà proprio a sostenere i progetti promossi nello stesso quartiere (e nella stessa casina) da Specchio d’Italia, realtà nata durante la pandemia dall’esperienza della fondazione La Stampa – Specchio dei tempi e promossa dal gruppo Gedi.

Clicca qui per il video di Repubblica

Nella casina si potevano trovare manufatti d’artigianato, soprattutto a tema natalizio, realizzati dagli anziani che frequentano la struttura (è presente uno sportello a loro dedicato) e dai bambini, durante i laboratori. 

“L’iniziativa è andata molto bene”, racconta Mariangela Cocozza dell’associazione Eden. Fabio Montingelli, Alessia Lofano, Manuela Careccia e Orazio Letta, artisti del territorio, hanno inoltre esposto le loro opere e c’è stato uno shooting fotografico dedicato ai partecipanti al progetto Over 60, a cura dell’artista Maria Mondelli.

A Bari un nuovo spazio per anziani e bambini

Gennaro Totorizzo,
La Repubblica, 16/06/2021

Uno spazio “inaugurato” dai più piccoli. E che sarà destinato a diventare anche un punto di riferimento per gli anziani. È la nuova sede dell’associazione Eden, finanziata da Specchio d’Italia, fondazione nata durante l’emergenza Covid dall’esperienza della fondazione La Stampa – Specchio dei tempi e promossa dal gruppo Gedi. Si trova nella piazza della Pace del centro commerciale Mongolfiera, nel quartiere Japigia di Bari, nella casetta sul lato di via Toscanini.

“Qui avvieremo una serie di iniziative già da quest’estate – racconta il vicepresidente operativo della fondazione, Angelo Conti – è partita un’attività di “estate ragazzi”, di supporto ai bambini delle scuole primarie con problemi di apprendimento o difficoltà di relazione, per crescere, trovarsi: così potranno passare un’estate diversa e tornare a scuola con maggior serenità”. Nello spazio saranno organizzati prima laboratori, poi un campo estivo (a luglio), mentre a settembre partirà uno sportello dedicato agli anziani. 

-> Clicca qui per vedere il video <-